Millennials: 7 su 10 sognano di diventare imprenditori

I millennials italiani sognano di diventare imprenditori.

Lo rivela una ricerca commissionata da eBay e realizzata da Ipsos [1] che ha analizzato il “desiderio di imprenditorialità” dei giovani italiani, francesi e spagnoli. Il 67% dei giovani italiani tra i 18 e i 35 anni è propenso a valutare una professione imprenditoriale – una percentuale più alta rispetto al 63% dei francesi e al 62% degli spagnoli. Il 40% dei millennials italiani, inoltre, non solo ha un “desiderio di imprenditorialità” ma ha già un’idea concreta di business in mente e oltre la metà di questi, il 57%, pensa all’eCommerce per realizzarla.

Chi sono questi millennials italiani aspiranti imprenditori? Sono quasi in egual misura maschi (il 52%) femmine (il 48%) e vengono soprattutto dal Sud e dalle Isole (il 41%). Il 45% di loro attualmente non lavora (il 24% studia e il 21% è disoccupato), ma c’è comunque un 30% che lavora a tempo pieno. In maggioranza vivono ancora con la famiglia d’origine (il 53%) e la loro età media è 28 anni.

Il negozio eBay Ricambi Smc, attività specializzata nella vendita di ricambi, nasce nel 2013 quando Stefano Calzaretta, 29 anni, originario di Oliveto Citra in provincia di Salerno, allora studente universitario, decide di vendere su eBay qualche ricambio per auto rimasto nel magazzino dell’attività di suo padre. «In poco tempo le vendite online sono iniziate ad aumentare notevolmente. Io allora ero uno studente alla facoltà di ingegneria dell’automazione e non sapevo ancora cosa fare del mio futuro. Man mano che la parte online si sviluppava, ho capito come l’eCommerce potesse darmi la possibilità di mettere a servizio del nostro negozio le mie conoscenze informatiche, creandomi così una mia professionalità.”

Dalla ricerca emerge che questi giovani aspiranti imprenditori vivono una generale disaffezione nei confronti dell’attuale mercato del lavoro: il 49% ritiene che sia difficile trovare un lavoro in linea con i propri studi o esperienze professionali e il 44% è demotivato a causa dei salari bassi. Si vuole diventare imprenditori perché questa è la via per raggiungere indipendenza personale (lo pensa il 51%) e per mancanza di opportunità lavorative (il 39%).

«L’idea di avere una mia attività mi ha affascinato sin da piccolo, tant’è che appena terminata la scuola, a soli 18 anni, ho deciso di aprire una mia azienda con la quale vendere materiale elettronico – spiega Davide Tangherò, 34 anni, titolare di Dadoshop negozio eBay specializzato nella vendita di elettronica e oggettistica – Tuttavia, ho sentito ben presto il bisogno di aumentare il numero di potenziali clienti rispetto a quelli che potevo raggiungere con il negozio fisico. Quindi, proprio per sfruttare ogni canale di vendita possibile, ho iniziato, nel 2003, a inserire qualche articolo anche su eBay, una piattaforma che all’epoca conoscevo per fama. Con il tempo e con grande dedizione sono riuscito a far decollare questa attività tanto che ho deciso dedicarmi esclusivamente alla vendita online».

L’ostacolo maggiore allo sviluppo del business imprenditoriale è rappresentato dalle tasse (il 51%). La figura dell’imprenditore gode di una ottima percezione tra i millennials, dal momento che è visto come coraggioso, innovatore, hard-working, determinato, competente e indipendente. In questo contesto l’eCommerce viene percepito come un’opportunità: il commercio elettronico è associato alla possibilità di una visibilità globale (lo pensa il 46%) e consente di interagire con altri mercati attraverso l’export (il 57%) e di lavorare da qualunque posto (il 54%).

«Come giovane imprenditore ho visto la possibilità, attraverso eBay, attraverso l’eCommerce, di arrivare molto celermente a milioni di utenti in Italia e nel mondo. Il passaggio da una piccola realtà artigianale alla vendita su eBay è stato intuitivo e stimolante, sicuramente più facile di ciò che pensiamo», afferma Giuseppe Nardelli, 30 anni, del negozio eBay Italia Moda Enterprise, negozio specializzato nella vendita di capi d’abbigliamento. «eBay ha preso la nostra attività e l’ha trasformata in un’attività di successo, quindi da una piccola realtà artigianale siamo passati ad essere un grosso, grandissimo rivenditore di abbigliamento online».

Oltre la metà di questi aspiranti imprenditori (il 57%) ha in mente un’idea di business da realizzare con l’eCommerce. Il 39% di loro vorrebbe vendere prodotti tipici del proprio territorio e il 63% pensa anche di promuoverli all’estero. Il 36% vorrebbe invece vendere prodotti artigianali. Ci sono poi motivazioni personali che spingono verso l’eCommerce. L’aspirante imprenditore online ritiene attraente l’idea di essere il capo di se stesso (il 64%) e pensa che l’online rappresenti un’opportunità per restare nel proprio paese (il 56%). Il millennial inoltre vede l’online come un’opportunità per coniugare passioni personali con carriera professionale (il 66%). Il 55% sarebbe pronto ad aprire la propria attività online entro i prossimi due anni.

Prima di fondare quest’attività ero un impiegato statale senza futuro – spiega Sergio Ramondetta, 34 anni, titolare del negozio eBay Fornautica, negozio online di accessori e ricambi per la nautica – Dopo sette anni di servizio al nord, tra le montagne, ho preso la decisione di dare una scossa alla mia vita e seguire le mie passioni.L’apertura di Fornautica ha rappresentato per me non solo una svolta a livello professionale ma anche la possibilità di ritornare a casa, di ritornare al mio mare. Ho sempre puntato sulla vendita online, che al giorno di oggi è fondamentale, per questo motivo ho aperto il mio negozio su eBay subito dopo l’inaugurazione del negozio fisico».

[1] Ricerca realizzata con metodo CAWI da Ipsos per conto di eBay su un campione di 600 italiani tra i 18 e i 35 anni.

Post recenti
Post in evidenza
Seguici
Cerca per tag
Archivio
  • Facebook Basic Square
  • YouTube Social  Icon

© 2017 All Rights Reserved

SEGUICI SU

  • w-facebook
  • White YouTube Icon